Passione e determinazione

PASSIONE E DETERMINAZIONE

Ti sei mai chiesto come, nella nostra storia, certi uomini e certe donne abbiano raggiunto le più alte vette del successo?

Qual è la forza che li ha spinti là dove nessun altro era riuscito ad arrivarci prima, e in certi casi, anche dopo?

La risposta è questa: passione e determinazione.

La passione è quella forza in grado di trascinarti fuori da qualsiasi schema fisso di pensiero o di azioni limitanti. E’ la causa scatenante, la forza propulsiva, che ti spinge a raggiungere uno o più obiettivi.

La passione tuttavia dev’essere accompagnata dalla “fame”, ovvero, dal vero desiderio di accettare la sfida di conquistare le tue vette. La fame che induce l’esigenza di un’azione concreta, forte e incisiva.

Quale passione? Quella che attiva ogni parte del tuo corpo, della tua mente, quella che ti fa sentire come fossi a casa tua, che diventa il tuo nutrimento. La passione esige, certo, un impegno costante. E’ la costanza che fa la differenza. Passo dopo passo, con tenacia, caparbietà e un piano di azione si può arrivare dopo mai nessuno si era spinto prima: pensa a Thomas Edison, che riprese un’idea di Heinrich Goebel, e all’infinità di tentativi prima di riuscire a costruire la prima lampadina a incandescenza. Senza passione Edmund Hillary e Tenzig Norgay sarebbero mai riusciti a scalare l’Everest nel 1953?

E’ l’azione che porta a risultati. Le conoscenze sono i tuoi valori potenziali, ma è tramite l’azione concreta che si raggiungono i risultati. Un’azione che spesso implica sottrarsi ai modelli fissi di pensiero e di osare, di azzardare.

Un elemento fondamentale che va di pari passo con la passione e la fame è la determinazione. L’assoluta certezza di voler raggiungere o fare qualcosa. La determinazione poggia su quattro pilastri la cui robustezza e solidità potranno determinare il successo delle proprie decisioni: coraggio, iniziativa, resilienza e tenacia.

Esploriamoli insieme:

CORAGGIO: è quella forza in grado di rompere le catene che ti impediscono di iniziare una sfida. E’ accettare i rischi che comporta ogni nuova azione verso un obiettivo concreto.

Le catene sono le nostre paure, i nostri dubbi, l’incertezza di intraprendere un viaggio che ci porterà a confrontarci con noi stessi, con forze esterne, con la necessità di adattarci a nuovi contesti e a trovare soluzioni.

INIZIATIVA: è l’innesco della determinazione, la forza propulsiva che, accettata la sfida e i suoi rischi (coraggio), ci spinge all’azione vera e propria.

Ed è questa la fase critica, cioè, INIZIARE: raccogliere tutte le nostre energie, respingere quella tentazione di crogiolarsi nella routine, nelle sicurezze dei nostri modelli standardizzati di vita quotidiana che ci appagano solo in apparenza.

Intraprendere il viaggio al di là dei dubbi iniziali. Ponderare i rischi delle nostre azioni è importante, certo, ma non devono diventare una scusante per procrastinare fino all’infinito la nostra azione.

RESILIENZA: è la capacità di reagire davanti alle avversità esterne e interne che possano condizionare il raggiungimento di un obiettivo. Non è una forza, simile al coraggio, ma è piuttosto un comportamento camaleontico, un atteggiamento adattativo, a circostanze ed eventi che si frappongono tra noi e le nostre vette: critiche, dubbi, incidenti di percorso, sensazione di smarrimento, scoraggiamento.

La resilienza è l’adattabilità a tutti questi ostacoli, trasformandoli, una volta filtrati e assimilati, in veri appigli su cui poggiarci per continuare la scalata.

TENACIA: la tenacia è legata alla perseveranza, alla costanza di cui parlavamo prima. E’ la capacità di rimanere focalizzati su un obiettivo. Sentirsi compenetrati del valore e dell’importanza della propria missione (intesa come obiettivo o sfida).

L’automazione può rappresentare un fattore fondamentale per rimanere concentrati su un obiettivo: ripetere una stessa attività, aumentandone man mano l’intensità, può comportare un cambiamento a livello dei circuiti neuronali, per cui entro un lasso di tempo quella fatica iniziale si trasforma in una sensazione di appagamento, di consapevolezza che perseveranza e disciplina siano la formula per sovvertire ogni difficoltà e non soccombere davanti ai primi ostacoli.